26 gennaio


Arretrati


Forum


Dediche


Software


Comunica


Ricerche

 

ultimora - Repubblica
ultimora - Televideo
meteo
sport
autostrade
orari treni
aerei
cinema mo re
teatri mo re
concerti
tv
radio
eventi
lavoro
istituzioni
associazioni
salute
ecologia
turismo
numeri utili

26 Gennaio 1999
"TESORI RUBATI"
Ricercatori, sparsi in tutto il mondo, analizzano campioni di flore e geni di trib¨ misconosciute, alla ricerca di nuovi medicinali miracolosi per curare alcune delle principali malattie mondiali.
N
elle Isole Andaman, Indie Orientali, una trib¨ primitiva ha forse scoperto il rimedio alla malaria ma non Ŕ possibile sperimentarlo dal momento che il biologo che ha ‘disseppellito’ il segreto si rifiuta di rendere nota la formula per salvaguardare la trib¨ da chi potrebbe trarne profitto.
Q
uesta presa di posizione ha reso il ricercatore indiano un attivista nel controverso campo della ricerca biologica; una vera e propria caccia al tesoro che gli ecologisti hanno battezzato ‘pirateria genetica’.
L
a malaria uccide annualmente pi¨ di due milioni di persone. Il farmaco per vincerla porterebbe milioni di dollari alla compagnia farmaceutica produttrice.
A
nche se i primi test effettuati dal ricercatore indiano sono stati positivi, non Ŕ ancora possibile dire con certezza se la pozione Ŕ davvero efficace o no.
M
a ora analizziamo alcuni dati: circa un quarto di tutte le medicine in commercio nei soli stati uniti sono basate sulle sostanze derivate da appena 40 specie botaniche. Ci˛ significa che meno dell’1% delle 265.000 piante conosciute al mondo sono state utilizzate. Altri scienziati brasiliani studiano una rana le cui proprietÓ curerebbero malattie intestinali. La corteccia degli alberi nella foresta amazzonica Ŕ l’ingrediente chiave nel taxol, medicinale per la prevenzione del cancro. Per brevettare la scoperta di una nuova creazione scientifica la domanda Ŕ: chi deve raccogliere i profitti? Multinazionali contro ecologisti ed attivisti sociali, governi contro le loro stesse trib¨.
Q
uesti conflitti non sono solo una minaccia al progresso scientifico di un paese ma fanno sorgere un dilemma etico: un governo, una compagnia o uno scienziato pu˛ detenere il diritto di proprietÓ sui pi¨ reconditi funzionamenti di un organismo vivente?
B
revettare le caratteristiche genetiche Ŕ una prospettiva inquietante ma affascinante.
B
asta un piccolo campione ed un codice genetico di una specie pu˛ essere replicato in laboratorio: scienziati hanno raccolto campioni di tessuti umani di gruppi etnici filippini che sembrano essere immuni al cancro e al diabete; ricercatori cinesi hanno venduto a compagnie americane campioni di sangue di persone estremamente longeve. La maggior parte dei tesori genetici del mondo sono stati accumulati senza pagare niente alle nazioni alle quali sono stati scoperti e sottratti.
P
er gli attivisti parte dei proventi derivati dalla vendita di queste medicine toccherebbe alle popolazioni che ne erano i ‘custodi’.
L
e compagnie farmaceutiche, d’altro canto, affermano che pochissimi sono poi i componenti che vengono trasformati in medicinali e, comunque, la fase di sperimentazione del prodotto dura dagli 8 ai 12 anni. Se i paesi ‘sottosviluppati’ inizieranno a ‘svendere’ le loro risorse genetiche, tutti ne soffriranno.
L
e multinazionali vogliono incassare sempre pi¨, certo, ma d’altronde, chi investirebbe milioni di dollari per sperimentare un rimedio che potrebbe poi rivelarsi inefficace?
F
areste estinguere una foresta se ci˛ fosse necessario per trovare una cura al cancro?

Lucia Oddo





Capitan Trash

Attenti all'uomo

La storia di Reggio attraverso gli alberi

Lo Stupidario del Bar di S. Luca

Pepper

Presepi

Rugby

L'Inquinamento Elettromagnetico

nel web
Malarianetwork
Malarialinks

newsgroup
it.societa
it.scienza
it.medicina


Cosa pensano i lettori... E tu? Clicca e lascia il tuo messaggio

[an error occurred while processing this directive]
 
  Commenti

Firma

Citta'                                                  Email
 
	    

 

 

 


Anno III - Dir. Editoriale G. Sonego
APERIODICO TELEMATICO
di PIANETA s.r.l.

ę 1995-1996 Giramondo
PIANETA s.r.l.